A quanti avevano pensato che la concorrenza di un campione del mondo avrebbe potuto definitivamente eclissare la stella di Nico Rosberg, il pilota tedesco ha dato un’eclatante risposta. Infatti, sia nel corso del suo periodo di convivenza con Michael Schumacher, che nelle prime fasi di coesistenza con Hamilton, il figlio d’arte e riuscito a ritagliarsi, quasi a sorpresa, il ruolo di primadonna all’interno della Mercedes Gp.

Infatti, come se non bastasse una costanza di rendimento superiore a quella dei due ingombranti compagni di squadra fin qui avuti in Mercedes Gp, il talentuoso Nico e stato capace di regalare alla scuderia tedesca le uniche due vittorie della sua storia, impresa che gli altri non sono riusciti nemmeno a sfiorare.

Ovviamente prove cosi esaltanti non sono passate inosservate agli occhi dei responsabili dei principali team di Formula 1 i quali, mentre il mercato piloti sta per entrare nel vivo, cominciano a vedere in Nico Rosberg la risposta ai loro problemi.

La pensano certamente cosi in Ferrari e lo ha confermato anche Stefano Domenicali che ha ammesso che nel caso in cui si rendesse necessario l’ingaggio di un nuovo pilota, Nico Rosberg sarebbe uno degli indiziati principali. E’ chiaro che questa prospettiva potrebbe trovare la sua concretizzazione con l’addio al Cavallino di Massa, ansioso di confermarsi ancora per un anno al volante della Rossa, ma incapace finora di dare adeguate garanzie di rendimento al team italiano.

Gli intrecci di mercato, pero, potrebbero dare luogo anche a scenari piuttosto diversi: considerato l’ormai ufficiale’addio di Webber alla Red Bull, sarebbe probabile la sostituzione dell’australiano con Kimi Raikkonen, compagno di squadra agguerrito che Vettel potrebbe sgradire. A quel punto, il campione del mondo potrebbe chiedere di essere accolto in casa Ferrari ma solo a condizione Fernando Alonso lasci la scuderia di Maranello.

Enhanced by Zemanta