Oltre che essere un noto paradiso per le vacanze, la Slovenia è divenuta una delle mete tra le più apprezzate anche da un punto di vista imprenditoriale. Non a caso, aprire società in Slovenia è divenuto un live motive vero e proprio. Alla base di questa scelta vi sono aspetti quali, ad esempio, facilitazioni fiscali, bonus e una pressione fiscale meno ostica di quella italiana.

Facente parte dell’Unione Europea a far data 1 gennaio 2017, la Slovenia, quindi, ha saputo creare le premesse necessarie al fine di diventare appetibile anche per chi ha intenzione di avviare una attività commerciale o trasferirla.

Se già è di fatto molto semplice, data una più snella burocrazia, la possibilità di aprire una società in terra slovena è, ulteriormente, agevolata dalla presenza di vari enti che si possono occupare della documentazione richiesta.

 Da una economia comunista al libero mercato

Indipendente dal 1991, la Slovenia è stata in grado di uscire da una economia comunista per entrare in quella del libero mercato. Nel far questo, inoltre, ha saputo dare solide risposte al mondo imprenditoriale.

Infatti, sono sempre più gli imprenditori italiani che decidono di aprire in questo paese una attività. Di certo, gli incentivi fiscali e una minore pressione fiscale e burocratica, sono alla base di questa scelta.

Non è poi da dimenticare che il paese offre, anche, un costo della vita inferiore e una qualità della vita stessa molto accattivante. In definitiva, oggigiorno, l’aprire una società e l’avviare una attività commerciale in Slovenia, rappresentano una occasione da non farsi scappare.